19/10/2011 | Jackdaw With Crowbar

Jackdaw with Crowbar sono una band indipendente inglese, da Leamington SPA, attiva dal 1986, dopo aver firmato con la John Robertson Records (The Ex, tra gli altri.)

La prima line up della band consisteva di 7 elementi, 4 musici e 3 videomaker che selezionavano, tagliavano e ricucivano vecchie pellicole 8mm, da riadattare come video per ogni pezzo.Con questa lineup, la band ha fatto uscire i primi tre dischi: Monarchy, Mayhem and FishpasteSink Sank Sunk, and Hot Air. La band quind nel 1988 ha partecipato alla compilation album Take Five, in aiuto della fondazione Shelter (molto conosciuta in Inghilterra e Scozia, soprattutto per il lavoro svolto nel supporto a barboni ed esclusi della società). Nel 1991 quindi esce Hanging In the Balance,  . con cui la band si espande fino ad arrivare a 13 elementi (tra cui membri di Bobshed, A Witness, Dog Faced Hermans, The selecter…)
Due le Peel Session, entrambe nel 1987, che permettono alla band di uscire dai confini inglesi, inanellando una serie di tour europei con svariate formazioni.
Numerose le collaborazioni, tra cui i compagni di etichetta The Ex, con cui continuano tuttora ad esibirsi live (vedi Roskilde Festival 2011, e un tour del Benelux dello scorso aprile).
Nel 1992 quindi, dopo 6 anni di attività, i JWB smettono l’attività live e studio, per tornare solo nel 2005 con un pezzo,  Fuck America, che esce nella compilation della GOTT DISCS, ,Commercially Unfriendly: The Best Of British Underground .
Nel 2007 quindi, Tim Ellis and Adam Sindall hanno riniziato a lavorare assieme, presto raggiunti da Fergus Durrant, tutti e tre presenti nella primissima formazione.
Con nuovi film e nuovi pezzi, ecco quindi uscire un EP per HYBRID CUTS. non più quindi 8mm, sostituiti da computer e videoproiettori, ma, come scrive il Guardian per la loro esibizione al Flatpack Film Festival  ‘The opening event that sees scratchy jazz-punks Jackdaw With Crowbar back to play!’.
Ultime apparizioni per i Jackdaw sono state quindi per la BBC Radio 6, nello spettacoloFreak Zone di Stuart Maconie, al Don Letts show, e, oltre ai su citati live con i The Ex, hanno anche condiviso il palco con i “nostri” Father Murphy, in Belgio, supportandoli inoltre in uno dei loro recenti tour inglesi, dimostrando quanto concetti come attitudine, rispetto, e comunità, non scena, siano ancora fondamentali.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: